International Nei Jia Academy


Vai ai contenuti

Il Maestro

Il Maestro Stefano Agostini ha quasi mezzo secolo di esperienza nelle Arti Marziali.

Comincia nel 1966 col Judo, praticando col M° Elio Sarti, allievo di Isamu Ishii.

Nel 1971 inizia il Karate Shotokan nella FESIKA del M° Shirai, studiando col M° Luciano Paladini, e ottenendo il 1° Dan nel 1977. Attualmente è 5° Dan di Karate Shotokan, con Diploma della Dai Nippon Butokukai, la più antica e prestigiosa associazione giapponese di Arti Marziali.

Proseguiamo la storia : quando il M° Paladini lascia la FESIKA, il Maestro Agostini passa alla Scuola dei maestri Somigli, Cialli e Giordano.

Alcuni anni dopo, comincia a studiare col M° Perlati di Bologna, e poi direttamente col M° Hiroshi Shirai.
Contemporaneamente inizia a praticare Nippon Kempo con Daniele Sinigaglia, e Shorei Kan Kobudo con Mario Trezzi, allievo del M° Tamano.

Alla fine degli anni ’70, membro dell’Istituto Goshindo del M° Shirai, inizia la pratica del Kendo col M° Kentaro Miyazaki, di cui diviene anche il primo allievo privato di Iaido.

Nel 1984 studia per due anni alla Scuola del Ki di Koichi Tohei.

Nel 1989 apre il Centro Budokan di Firenze, erede dello storico Kodokan, la prima scuola di Karate in Italia, e alla cerimonia di inaugurazione il M° Shirai definisce il Budokan “…la più bella palestra del mondo…”.

Al Budokan fonda il primo corso toscano della FENIKE, per il Kendo e lo Iaido, riprendendone la pratica con Paolo Vanelli, Arturo Tagliavini, e Koji Amagai, campione liceale All Japan, e nel 1992 ottiene il 1° Dan di Iaido col M° Miyazaki.

Nel 1979 aveva iniziato la pratica del Tai Chi stile Yang col M° Chang Dsu Yao, che poi riprende al Budokan col M° Giovanni Bernabei.

Nel 1992 arriva l’incontro decisivo : conosce il M° Kenji Tokitsu, ed è la folgorazione sulla via di Damasco.

Il Maestro Agostini aderisce entusiasticamente alla sua scuola, lo Shaolin Mon, e diventa suo allievo.

Grazie al M° Tokitsu comprende la vera via degli stili interni cinesi, la loro ricchezza e la loro efficacia.

Interpretando lo spirito autentico dello Shaolin Mon, che più che una scuola è una impostazione di ricerca, il Maestro Agostini inizia il suo più profondo percorso personale, seguendo l’ispirazione e le indicazioni del M° Tokitsu.

Per approfondire lo Yi Quan, nel 1994 comincia a studiare, a Tokyo, col M° Sun Li, diventando in breve uno dei più noti esperti europei di questa arte, fondando una importante organizzazione, la Kokusai Ikenkai, formando centinaia di Istruttori, fra cui importanti nomi del mondo marziale italiano, e scrivendo il primo manuale di Yi Quan apparso in Europa : “Kung Fu Yi Quan”.

Nel 1999 lascia il M° Sun Li, e studia con molti altri maestri famosi : Yao Cheng Guan, Han Jing Yu, Li Jian Yu, Cui Rui Bin, Ian Diepersloot, Timo Hekkila, Ian Kallenbach, Yang Lin Sheng, e Wang Reng An.

Nel 2008 fonda il suo stile di Yi Quan, che chiama Wu Xin Quan, Pugilato del Cuore Marziale, che raccoglie gli elementi fondamentali dei suoi studi.

Per il Tai Chi, nel 1994 comincia a studiare col M° Manfred Rottmann, uno dei pochissimi istruttori formati dal Gran Maestro Wang Shu Chin, e il miglior interprete della sua scuola, e ne diviene il rappresentante ufficiale per l’Europa.

Quando il M° Rottmann, in seguito a un gravissimo incidente, è costretto a un temporaneo ritiro, il Maestro Agostini pratica alcuni anni col M° Wang Fu Lai, caposcuola della Cheng Ming, e ne diviene il rappresentante ufficiale per l’Italia, e il primo rappresentante nazionale ufficiale sul territorio europeo.

Volendo approfondire, su ispirazione di Tokitsu, il Tai Chi Chen, studia con alcuni personaggi di spicco di questa scuola : Madame Lac, rappresentante ufficiale del M° Wang Xian, il M° Chen Xiao Wang, Cristiano Vittorioso, Francesco Fedeli, Fabio Smolari, Roberto Vignali, e la Maestra Khintissa.

Nel 1991 entra anche ufficialmente a far parte della scuola di Budo tradizionale del M° Tetsuzan Kuroda, a Omiya, studiando con lui Ju Jitsu, Iai Jitsu e Ken Jitsu.

Sempre approfondendo i temi della scuola Shaolin Mon, studia il metodo Hida Shiki a Tokyo col M° Tomita, e il Metodo Nishino con Mihoko Oyama.

Nel campo del Chi Kung studia il metodo di Suen Koi Li con Grazia Annunziata, il metodo di Feng Zhi Qiang con Madame Lac, il metodo del Fiore Luminoso con Costantino Valente, il Wai Dan Kong col M° Allan Fong, e il metodo Yayama col Dott. Toshihiko Yayama e Sabino Leone.

Alla fine degli anni’90 studia il Brazilian Ju Jitsu col grande M° Roberto Galardi, e con Federico Tisi.

Negli stessi anni studia la Boxe Inglese col maestro Fabio Giacotti.

Nel 1998 inizia lo studio del Wing Chun con Stefano Ricci. Ne prosegue poi lo studio con Emin Botzepe, Massimo Giammarinaro, Lapo Bartumioli, il M° Allan Fong, e il M° Costantino Valente, fino a che quest’ultimo ne cessa la pratica per fondare il suo stile.

Nello stesso periodo studia Latosa Escrima con Renè Latosa.
Alla fine degli anni ’90 studia per tre anni Scherma Storica tradizionale col M° Andrea Lupo Sinclair, fondando la Confraternita della Spada di Firenze, e tenendo anche alcuni seminari a Roma su incarico del M° Sinclair.

Nel 2005 conosce a New York un altro personaggio straordinario, il M° Sam Chin, fondatore dello stile I Liq Chuan, e ne diventa allievo, e poi rappresentante ufficiale per l’Italia. Approfondisce i suoi studi su questo stile anche con Daria Sergeeva.

Nel campo della difesa personale, aderisce alla scuola Target Focus Training di Tim Larkin, considerandola la più efficace e concreta.

Per l’allenamento fisico della sua Scuola, il Maestro Agostini approfondisce già dai primi anni del 2000 i metodi funzionali di Matt Furey, che poi adotta ufficialmente.

Nel 2009 fonda il suo stile di combattimento, che chiama Nei Jia Kempo Karate, e che raccoglie tutta la sua esperienza marziale.

Nel 2006, fonda la International Nei Jia Academy.


Torna ai contenuti | Torna al menu